Monday, 24 June 2024

Riorganizzare un'azienda in fallimento

Massimo Davoli By Massimo Davoli | August 25, 2017 | Italy

Storie d'imprenditoria e coraggio

Sandro guida l’azienda metalmeccanica di famiglia. Fanno prodotti torniti di precisione come maniglie, pomelli che entrano negli elettrodomestici.

Di colpo meno 35%. Da Fabriano non arrivano più ordini. Un altro imprenditore si rintanerebbe in casa. Sandro è di pasta diversa.

Si dà un anno per ripartire e scrive i suoi punti fermi: -Abbiamo prodotti di qualità, che trovano applicazione in domotica, automotive, aerospaziale, navale e automazione. -Affacciarsi su mercati nuovi richiede 3 tipi di investimento: 1) sulle macchine. I torni manuali vanno sostituiti con macchine a controllo numerico. Per costruire un iniettore, o un attacco di un impianto idraulico per uso navale, serve un alto grado di precisione. 2) sulle persone. Il rinnovo del parco macchine richiede nuove competenze. 3) sull’organizzazione aziendale: nuova pianta organica, sistema accurato per il controllo di gestione, layout degli impianti modificato.

In 12 mesi il team svuota la produzione e la riorganizza con 50 nuovi torni. Parte un intenso programma di formazione. L’azienda si sposta nell’automotive e nel navale, conquistando la fiducia dei clienti.

Quando sei ad un passo dal burrone, e guardi il vuoto sotto di te, scopri una forza che non pensavi di avere.


Related News

This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website. By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies. Read More Accept