Wednesday, 24 April 2024

Il Design Italiano valorizza il Consiglio dell’Unione Europea in occasione del semestre di Presidenza Italiana

Giorgio Vecchiato By Giorgio Vecchiato | August 07, 2014 | Italy

Il design ha contribuito all’affermazione del Made in Italy e continua a diffondere nel mondo l’apprezzamento di un “life style” insieme alla moda, al cibo e all’unicità dei beni culturali.

In occasione del semestre di Presidenza italiana a Bruxelles (1 luglio- 31 dicembre 2014), FederlegnoArredo e ADI hanno proseguito nel loro percorso di promozione del design italiano portando presso la sede del Consiglio dell'Unione Europea (Palazzo Justus Lipsius), alcune iniziative che coniugano arte e design.
 

Nell'ingresso all'edificio del Consiglio, al piano terra, sono stati esposti i 20 prodotti vincitori del recente Premio Compasso d'Oro ADI mentre nell'atrio di accesso del Consiglio è  sospesa l'installazione "Terzo Paradiso" di Michelangelo Pistoletto.

Al piano di ricevimento  le Sale di Rappresentanza, affidate all’Italia per il periodo di Presidenza, sono state arredate a cura di FederlegnoArredo.  Allo stesso piano, inoltre, sono stati esposti sei prodotti della Collezione Storica Compasso d'Oro ADI (uno per decennio) a raccontare il percorso storico della produzione e del premio che promuove il design italiano dal 1954.

“Essere presenti in questo luogo di grande visibilità politica con il migliore design è per FederlegnoArredo e per ADI un onore”  ha sottolineato  il Presidente di FederlegnoArredo Roberto Snaidero.  “Rappresentiamo un’eccellenza per il paese e siamo certi che portare il meglio della creatività italiana a Bruxelles sia un modo per portare valore a questo semestre di Presidenza Italiana”.
 

“Il design” - ha precisato  Luciano Galimberti, Presidente ADI - “è una risorsa strategica e trasversale che può connettere la produzione, la formazione, il commercio, il turismo valorizzandone le eccellenze. L'arte e il design ci rappresentano e sottolineano l'unità di pensiero che caratterizza il nostro modo di creare, di vivere e di lavorare”.


Related News

This website uses cookies to help us give you the best experience when you visit our website. By continuing to use this website, you consent to our use of these cookies. Read More Accept